73 Cows

Ha vinto come miglior corto inglese ai BAFTA, la storia dell'allevatore che ha deciso di salvare le mucche e cambiare mestiere

BAFTA, i più importanti premi britannici per il cinema, sono stati consegnati domenica 10 febbraio 2019 alla Royal Albert Hall di Londra. E “73 Cows” – la storia dell’allevatore che decise di salvare le sue mucche e cambiare mestiere – ha vinto come miglior corto inglese. Vediamo il dietro le quinte di questo intenso corto di 15 minuti.

Un paio di anni fa la storia di Jay Wilde fece il giro del mondo e ispirò il regista emergente Alex Lockwood a contattare lui e sua moglie Katja per chiedere loro il permesso di farne un film. Il corto ripercorre la storia attraverso le parole di Jay, nato in una famiglia di allevatori e allevatore lui stesso, seppur atipico. Vegetariano infatti da molti anni, nel suo intimo non riusciva ad accettare che fosse giusto mangiare animali. Nonostante questo, continuò la tradizione di famiglia, anche quando nel 2011 suo padre morì ed ereditò così la fattoria di 172 acri nel Derbyshire, in Inghilterra, dove era cresciuto.

Il processo di allevamento degli animali da macello si faceva per lui sempre più difficile sul piano emotivo: “Abbiamo fatto del nostro meglio per prenderci cura del bestiame, ma sapevamo che li avremmo traditi. Non riuscivamo più a guardarli negli occhi”, racconta l’allevatore 60enne e aggiunge “le persone scelgono di ingannare loro stesse dicendo, ‘sono solo animali, non sanno cosa sta succedendo.’ Ma sono sicuro che lo facciano. Quello che stavamo facendo ha funzionato in passato, ma non è più adatto allo scopo. Consuma troppe risorse ed è moralmente indifendibile se rifletti sul fatto che gli animali sono qualcosa di più della carne.” 

Nell’estate della svolta, in seguito a un incontro con la Vegan Society, Jay e sua moglie hanno inviato la maggior parte dei loro capi destinati al macello in un santuario per animali nel Norfolk, dove possono vivere liberi e felici. Le 12 mucche e i 5 vitelli che girano nella terra intorno alla loro casa di campagna sono essenzialmente animali domestici. Quanto i loro 11 gatti e 2 cani!

Il regista Alex Lockwood in occasione dei BAFTA, ha commentato: “Sono davvero orgoglioso della squadra e penso che siamo tutti un po’ scioccati al momento. Abbiamo girato film per molto tempo ed è stato fantastico produrre finalmente qualcosa che sta avendo un impatto. Dobbiamo ringraziare Jay e Katja Wilde per averci permesso di raccontare la loro storia che ha risuonato con così tante persone”.