Charley Vezza

Il video The Solar System-our home in space, sa raccontare la complessità con semplicità e immediatezza

“Quello che più mi interessa del linguaggio video è la sua capacità di spiegare in modo semplice e immediato concetti complessi”, ci racconta Charley Vezza, global creative orchestrator di Gufram. Proprio in questi giorni l’azienda, fondata a Torino nel 1966 e di base a Barolo, è sbarcata per la prima volta alla fiera di Design Miami/Basel con la sua ultima novità: lo spin-off SUPERGUFRAM che guarda al mondo della produzione limitata con una sequenza di episodi dove sono protagonisti i designer più visionari. La prima capsule-collection è firmata Studio Job e comprende molteplici tipologie di arredo tutte caratterizzate da un uso folle e creativo del poliuretano. Ma torniamo a parlare di audiovisivo con Charley Vezza.

Sei appassionato di cinema?
Sì, perchè il mio sogno è sempre stato quello di fare il produttore cinematografico. Per i video invece mi nutro di Youtube e di Vimeo, non tanto per l’intrattenimento, ma più per i contenuti d’informazione sulla fisica quantistica o sulla geopolitica ad esempio, dei quali sono appassionato. Per realizzare il video Planet Gufram, ho scelto TIWI perché mi ero innamorato della serie tv Destini Incrociati Hotel che hanno realizzato per Sky Arte, che racconta in modo semplice le storie di personaggi del mondo dell’arte, dei loro incontri e avventure che spesso si sono incrociate.

Un video per te significativo?
The Solar System-our home in space, ben rappresenta la capacità di cui parlavo, di raccontare la complessità con semplicità e immediatezza.

Il tuo film preferito?
Il mio film preferito in generale è Lost Highway di David Lynch. Un film che invece mi ha ispirato per il video Planet Gufram, sicuramente Interstellar.