Collage pop e surreale

In un potente gioco di equivoci e di associazioni, il nuovo videoclip Go Up di Alex Courtes per Cassius. Dalla piccola alla grande scala

I videoclip sono il terreno per eccellenza della sperimentazione. Lo sa il videomaker di riferimento Alexandre Courtès che nell’effetto apparentemente semplice dello schermo diviso a metà, costruisce immagini potenti e ironiche che si compenetrano, completano ed entrano l’una nell’altra in un gioco di equivoci e associazioni di significato. Il nuovo videoclip Go Up per il gruppo francese di musica elettronica Cassius (featuring Cat Power e Pharrell) è tratto dall’album Ibifornia. In equilibrio funambolico tra il pop e il porno, riferimenti culturali alti e prosaici, il video è esplosivo e incalzante. Come la musica che accompagna.

LO SGUARDO DEL REGISTA. Go Up è un eccellente lavoro di post produzione che a ogni nuova visione svela qualcosa di nuovo e inaspettato. Condensa l’esperienza decennale di Courtès nel mondo del videoclip, in cui ha investigato il potenziale espressivo della grafica sovrimposta all’immagine, il potere evocativo di luoghi ancestrali come il mare, il deserto e lo Spazio, e la capacità ipnotica di alcuni pattern presenti nelle forme degli oggetti. Rispetto agli altri suoi videclip, le immagini non si concentrano sulla performance degli artisti, né vi fanno riferimento. Courtès non cerca neppure di comunicare una storia. Il videoclip è “riduttivamente” uno slideshow in cui le immagini sono potenti di per sé, nella costruzione e nel ritmo di successione.