Dentro i progetti di Mecanoo

Un video mostra come la realtà virtuale trasforma il modo di guardare l'architettura

Più vero del vero. Grazie alla realtà virtuale il progetto architettonico può essere vissuto sulla propria pelle anche prima che sia terminato. Lo studio olandese Mecanoo, grazie all’accessibilità delle tecnologie e dei visori per la realtà virtuale, sta offrendo ai propri clienti modi alternativi per esperire l’architettura in divenire – dai video per smartphone agli ambienti immersivi fruibili con visori.

La tecnologia di RV consente oggi di comprendere e muoversi nello spazio, rapportarlo alla scala dimensionale e sensoriale dello spettatore. Per far comprendere a curiosi e potenziali clienti l’investimento di Mecanoo nelle tecniche della realtà virtuale, lo studio ha dedicato un’intera pagina del proprio sito. E realizzato un eloquente video dimostrativo.

Johan Hanegraaf, progettista a Mecanoo e specialista in tecnologie digitali, sottolinea un ulteriore importante aspetto: la realtà virtuale funziona oggi e apre nuove prospettive per l’architettura perché gli utenti sono pronti. Disposti a indossare dei visori e sconnettersi da ciò che accade intorno a loro.

Per il futuro Hanegraaf auspica una maggiore integrazione tra tecniche di progettazione tradizionale come lo sketch e la modellazione con la RV. Per un’interazione più naturale e più accessibile senza essere un ingegnere informatico!