La nuova immagine dell’Europa

Eurolab e l'invito di Rem Koolhaas alla partecipazione politica questo weekend ad Amsterdam

Nel momento in cui il futuro dell’Europa sembra più incerto che mai, artisti e pensatori di tutto il mondo riuniamoci ad Amsterdam per scambiare idee sull’Europa e sul suo futuro.

Queste le parole con cui l’architetto Rem Koolhaas esorta pensatori, creativi, artisti a partecipare attivamente alla costruzione di una nuova immagine dell’Europa. Ne ha già parlato in Triennale con l’architetto Stefano Boeri in occasione dell’Arch Week 2019 e in questi giorni insieme al suo collega Stephan Petermann e al fotografo Wolfgang Tillmans, presiede Eurolab, un forum a cadenza biennale in cui per quattro giorni di teatro, cinema, cultura e workshop, si ragiona sul futuro dell’Unione Europea e sull’urgente programma di re-brendizzazione.   

L’impegno sostenuto da Rem Koolhaas e dal suo studio di architettura OMA, inizia nei primi anni 2000 con il progetto AMO, incaricato dalla Commissione Europea a lanciare un linguaggio visivo che trasmetta un’idea essenziale dell’ Europa in modo diretto e potente e che possa diventare cibo per la mente, punto di partenza e di sviluppo di una serie di interventi concreti che attraverso l’urbanistica, l’arte, il design e la diffusione culturale possano restituire una nuova immagine e svecchiarsi coinvolgendo le giovani generazioni. 

Il video, pubblicato in occasione delle ultime elezioni, esplicita i settori in cui l’Europa è impegnata nell’incremento qualitativo dei 514 milioni di abitanti che pagano l’equivalente di un abbonamento Netflix che costa £7,99 in UK e € 10,99 in EU, proteggendone le differenze e le particolarità. Si analizzano così in modo chiaro e semplice le nove principali aree d’interesse in cui l’EU ha investito e sta continuando a investire: il potere politico, le infrastrutture, la natura, il cibo, la scienza, gli anti-cartel, i diritti, il valore monetario e il mantenimento della pace. 

“Ero in Inghilterra quando ha iniziato a far parte dell’EU e ho vissuto a Londra per così tanto tempo, che posso dire di aver percepito la grande portata del cambiamento positivo” afferma Rem Koolhaas in un’intervista al quotidiano The Guardian, volgendo lo sguardo ai risultati già ottenuti. 

Eurolab è in questi giorni ad Amsterdam dal 31 maggio al 3 giugno al De Balie, e ha lo scopo di contribuire e ispirare le future decisioni. Il networking è uno dei principi unificativi che rispecchia la forma reale dell’Europa: quello di uno Stato unitario composto da una molteplicità di culture, persone, geografie e politiche che collaborano nello sviluppo di programmi coinvolgendo direttamente le città e i suoi abitati.

Per il programma completo di Eurolab: https://cultureforum.eu/programme/

Per il progetto AMO: https://oma.eu/projects/the-image-of-europe

Per l’intervista completa a Rem Koolhaas su The Guardian: https://bit.ly/2wsFsH4