Nendo goes public

Il primo spazio pubblico progettato dal celebre studio giapponese. Un video per descriverlo

Nendo concentra nel suo primo progetto di spazio pubblico storia, tradizione e funzionalità. La nuova stazione di Tenri, nella prefettura di Nara, richiama i kofun, le antiche sepolture giapponesi dalla forma di tumuli e megaliti, risalenti alla protostoria. I dintorni della cittadina ne sono ricchi.

Il video che descrive il progetto, realizzato dal regista Takahisa Araki e dal fotografo Toru Shiomi, inizia proprio dal dettaglio della forma conica degli elementi architettonici in calcestruzzo prefabbricato modulare, per raccontare poi le fasi del cantiere ed infine il rapporto della nuova piazza con la città. Dal dettaglio alla grande scala attraverso ritmate viste aeree, realizzate con l’ausilio di droni.

Il nuovo polo multifunzionale si sviluppa su un’area di seimila metri quadrati dotata di noleggio biciclette, un bar e negozi vari, un chiosco informativo, un’area giochi, una sala all’aperto e uno spazio meeting. La composizione delle strutture rotonde ha favorito un montaggio dei pezzi di calcestruzzo direttamente in situ con delle gru, senza l’uso di colonne o travi. Il progetto è esemplare per il contenimento dei costi di costruzione e per il successo di pubblico.

Il nome del piazza, CoFuFun, combina il kofun con l’espressione colloquiale giapponse “fufun”: un ronzio felice e inconsapevole. E richiama i concetti di cooperazione, comunità e divertimento.