Quando a tuffarsi sono le giraffe

5 Mètres 80: un corto geniale firmato dal 3D animation designer Nicolas Deveaux

Sembra di assistere a una scena reale e invece si tratta di una ricostruzione in grafica 3D. È anche un modo divertente per osservare uno spazio architettonico. All’effetto straniante delle giraffe in piscina si unisce la sorpresa nel vedere quanto il senso dell’assurdo sia presentato in un modo così immediato. Parliamo di 5 Mètres 80, prodotto da Cube Creative, un corto d’animazione geniale firmato dal francese Nicolas Deveaux, sceneggiatore e 3D animation designer. L’abbiamo rivisto e abbiamo deciso di pubblicarlo in attesa del suo nuovo corto che si intitolerà 1 metre/heure (Un metro all’ora) su un gruppo di lumache che danzano sull’ala di un aereo.

CONTESTO E TRAMA. In 5 Mètres 80 un gruppo di giraffe, eleganti nella loro snella figura, procede con molta compostezza all’interno di una piscina. Concentrate sul da farsi sono pronte per una serie di tuffi con tanto di capovolte in aria – grazie a una giraffa su un trampolino alto che si presta per aiutarle – e per la successiva nuotata. Le giraffe procedono una ad una, poi il ritmo cambia, sbuca un’altra giraffa su un altro trampolino più basso e i tuffi si fanno più acrobatici e divertenti… Alla fine una sosta per dissetarsi, bevendo acqua dalla piscina, stando sempre in fila, molto composte. E poi se ne vanno via.

TECNICA. Questo corto ha il potere di farsi guardare e riguardare senza annoiare lo spettatore. Nicolas Deveaux ha impiegato un anno e mezzo di lavoro e l’ha realizzato in CGI, cioè con l’ausilio della Computer Generated Imagery, ossia la computer grafica 3D (il primo film realizzato con questa tecnica fu Toy Story, nel 1995, dalla Pixar Animation Studios n.d.r.). L’architettura della piscina è fondamentale nello sviluppo del corto ed è stata disegnata e ricostruita nel minimo dettaglio. L’artista ci racconta che si è ispirato alla Piscine Des Halles, nel cuore di Parigi, e ha fatto tantissime foto per arrivare a digitalizzarla alla perfezione. Tanto da riuscire a farci percepire la matericità del luogo, come il rivestimento dei muri, su cui si vedono proiettate le ombre dei movimenti delle giraffe o come il colore e la profondità dell’acqua con gli schizzi provocati dai tuffi.

Il corto 5 Mètres 80 ha girato molti festival internazionali e ha raccolto numerosi riconoscimenti e premi, tra cui il Best of Show Award al SIGGRAPH (Hong Kong) e il Best Animation Film al New York International Children’s Film Festival.