Spirit of Space

Con Chicago sullo sfondo, il time-lapse della giornata del compositore Ryan Clark di Spirit of Space, un team di Chicago che lavora sulla confluenza di immagine e musica nella rappresentazione dello “spirito del luogo”. Al MDFF, Spirit of Space ha presentato Daeyang Gallery & House, Seoul Korea. Steven Holl Architects (2012).

Spirit of Space è un gruppo di filmmaker, composto dal managing director Adam Goss, dall’art director Red Mike, dal music director Ryan Clark e dall’executive producer Samatha Snodgrass. Ha realizzato cortometraggi e lungometraggi di architettura per i principali architetti contemporanei. Al momento stanno realizzando un documentario sul City Hyde Park di Studio Gang; il Flo&Jet Pavilion di SHoP Architects.

Anno di fondazione: 2004
Sede: Chicago
Filmografia: negli ultimi due anni, Visual Arts Building at the University of Iowa (2016); Flotsam & Jetsam / Design Miami (2016); Art Design Chicago (2017); Ex of in House (2016); Publicis. North American Headquartes (2015); Musee Des Confluences (2015); Institute for Contemporary Art Virginia Commonwealth University (2017); Polis Station (2016); Olympiapark München (2015); Garden School (2015); Homepage (2016); Color(Ed) Theory, Amanda Williams (2015); One Day in Life (2016); Chicago Architecture Biennial (2015); Writers Theatre (2016); Stepped Courtyards (2015); Gehua Youth & Cultural Center (2015); Hex-Sys (2015)
Fonti: sito internet

Questions & Answers:
Quali sono le principali innovazioni nel documentario sul mondo del progetto?
Ogni giorno siamo chiamati a lavorare più velocemente che mai e in un modo prima inimmaginabile, come fare video 4K su un iPhone. L’esperienza video a 360° stereo porterà una radicale trasformazione. Siamo sempre alla ricerca di una visione più immersiva e realistica del progetto architettonico. E quella tecnologia può portare ciascun spettatore dentro l’edificio come mai lo potrebbe vedere. Si crea quindi una nuova forma di percezione dell’arte e del design. Tale tecnologia non è tuttavia nel suo pieno potenziale. Dobbiamo esplorarla e trovare i fondi per farlo (una vita dietro stand fieristici e siti internet promozionali) – racconta RedMike (architetto e ingegnere strutturista, direttore artistico di Spirit of Space)

Ci sono film o video che hanno influenzato il modo in cui lavorate?
Due film hanno cambiato il modo in cui osserviamo l’architettura per il set e le scene in cui prendono forma le azioni. La quintessenza del cinema espressionista tedesco, The Cabinet of Dr. Caligari (1920), ha creato forme mai viste, radicali e sfrontate. Nonostante non vogliamo ricreare scene d’orrore nell’architettura contemporanea, la qualità dello stile visivo, la luce e gli angoli d’inquadratura hanno cambiato il modo in cui oggi guardiamo in camera. Siamo rimasti davvero stregati dal documentario Dancer di Gaby Tana e Steven Cantor (2016), che ritrae il danzatore Sergei Polunin e la sua passione per la danza. Il film porta dentro e fuori dal palco, in una cruda quotidianità che svela le persone e i luoghi dietro le star – spiega RedMike.